Wellness Oasi

Pulizia

Stampa

La pelle è a contatto con l'ambiente e da questo subisce azioni diverse che possono determinare sulla cute delle modificazioni che ne alterano la normale funzionalità e l'aspetto. Oltre all'intervento dell'ambiente esterno, altri fattori endogeni intervengono nella determinazione dei vari tipi di pelle, come ad esempio l’età.

La "Pulizia del viso" si configura come il trattamento classico di base per mantenere la corretta funzionalità cutanea e preparare la pelle a pratiche estetiche per prevenire o attenuare gli inestetismi più diffusi. Serve a rimuovere dalla superficie cutanea le impurità, le cellule morte (le lamelle cornee in via di desquamazione) ed i punti neri (comedoni). Alcuni fattori che potenziano l'effetto cosmetico sono:

l'umidità, perché macera lo strato corneo (la parte esterna della cute) provocando la dilatazione dei pori

l'aumento della temperatura cutanea, perché diminuisce la viscosità del sebo e quindi facilita la rimozione dei comedoni (punti neri)

la vasodilatazione, perché stimola l'ossigenazione dei tessuti

Un'accurata e profonda pulizia del viso, dona alla pelle nuova vitalità ed equilibrio, una pelle luminosa e vellutata.

Provi il piacere di farsi bella rilassandosi.

Domande Frequenti Pulizia viso

Clicchi sulla domanda di suo interesse per visualizzare o nascondere la relativa risposta.

  1. Quali sono le caratteristiche principali della pelle ?

    Struttura
    La sua struttura è costituita da tre diversi strati:

    • L'epidermide è la più superficiale ed è costituita a sua volta da diversi strati, che attraversano un continuo processo rigenerativo, molto più rapido durante la notte e con l'età adulta.

    • Il derma è attraversato da nervi, vasi sanguigni e linfatici e da una rete di tessuto fibroso. Nel derma sono situate le ghiandole sudoripare e sebacee.

    • L’ipoderma, che collega derma e epidermide con i tessuti interni, costituito da cellule di tessuto connettivo.

    Caratteristiche
    La pelle, più sottile nella donna che nell'uomo, ha uno spessore che varia tra 0,5 e 2 mm ed ha caratteristiche diverse nelle varie parti del corpo. Il rapporto tra pelle e psiche è molto stretto; infatti stati emotivi e stress possono generare eczemi e macchie. Ad esempio: si suda per paura, si arrossisce per rabbia o imbarazzo. Colore e caratteristiche della pelle sono determinati dall'eredità genetica, variano da persona a persona.

    Funzione

    • Protezione: la pelle contribuisce a difendere il corpo da germi e radiazioni solari.

    • Respirazione: lascia passare ossigeno e libera anidride carbonica.

    • Secrezione ed escrezione: attraverso ghiandole sudoripare e sebacee la pelle espelle tossine.

    • Regolazione della temperatura: con la dilatazione dei vasi sanguigni, una maggiore quantità di sangue arriva alla pelle. Questa libera calore, abbassando la temperatura corporea, anche attraverso la produzione di sudore. Al contrario con una temperatura esterna bassa, la pelle trattiene calore, che rimane nel corpo.

    • Immagazzinamento: l'eccedenza che il nostro organismo assimila viene in parte immagazzinata dalla pelle sotto forma di grasso sottocutaneo.

    • Metabolizzazione: della vitamina D attraverso i raggi solari.

    Tipi di pelle
    Non esiste un solo tipo di pelle La pelle non è uguale in tutte le persone, anzi! Per questo motivo, non può esistere un unico trattamento adatto e per scegliere le cure più appropriate devi essere in grado di riconoscere a quale tipo la tua pelle appartiene.

    Ecco allora quali sono i tipi di pelle più diffusi:

    • Pelle normale: è la meno diffusa di tutte. Non è né unta né grassa, anche se si presenta leggermente più lucida su naso e mento.

    • Pelle sensibile: è molto fine e di colore bianco-rosaceo. Spesso presenta capillari dilatati, soprattutto su naso e guance. Nei casi più accentuati questi capillari arrivano a rompersi, provocando la couperose.

    • Pelle grassa: è caratterizzata dall'eccessiva produzione di sebo, che provoca punti neri e brufoli. Si presenta con un aspetto lucido e leggermente untuoso.

    • Pelle secca: presenta pori molto fini e sottili ed è molto sensibile, in particolare agli agenti atmosferici.

    • Pelle acneica: l'acne si manifesta soprattutto (ma non solo) su pelli grasse, a causa dei depositi di sebo sottopelle. Nei casi più gravi, può provocare cicatrici permanenti.

    • Pelle avvizzita: con il tempo, la pelle tende a cedere e a rilassarsi, diventando più secca. Macchie sulle palpebre e sulle tempie si accompagnano a rughe accentuate. Ma molto dipende dal tipo di pelle, dall'alimentazione e dallo stile di vita.

  2. Perché è importante prendersi cura della pelle ?

      La pelle ha un’importanza fondamentale per il nostro corpo perché aiuta a proteggerci dalle insidie ambientali oltre a giocare un ruolo fondamentale per il nostro aspetto. Per questo motivo, soprattutto quella del viso, ha bisogno di essere curata quotidianamente con un’attenta pulizia che libera dalle impurità e protetta dal sole; tutti accorgimenti che aiutano a prevenire problemi come la secchezza, le rughe o le macchie della pelle.

      Qualunque sia il tipo di pelle (grassa, secca, bilanciata o mista), la chiave per una corretta pulizia è trattarla in modo non aggressivo e con una scelta mirata dei prodotti.

  3. Come va pulito il viso ?
    • Innanzitutto rimuovere il trucco intorno agli occhi.

    • Usare esclusivamente acqua tiepida: l’acqua molto calda, infatti, può seccare la pelle.

    • Non adoperare saponi aggressivi, che portano via l’olio naturale della pelle lasciandola secca.

    • Se la pelle è sensibile, evitare saponi che contengono profumi o coloranti, che possono irritare la pelle ed essere responsabili di allergie.

    • Lavare il viso gentilmente usando le dita, sciacquarlo accuratamente e asciugarlo con cura, usando un soffice asciugamano di cotone.

  4. Quanto spesso va pulito il viso ?
    • Generalmente, il viso va lavato una volta la mattina, una la sera e dopo eventuali attività sportive.

    • Se la pelle è molto secca e facilmente irritabile, lavare il viso una volta al giorno può essere sufficiente per rimuovere il sudore e l’olio depositatisi.

    • Se la pelle è grassa (o tendente ai punti neri o all’acne) e si vive in un ambiente caldo e umido, il viso ha bisogno di essere lavato più frequentemente di due volte al giorno.

    • Dopo ogni lavaggio usare un tonico o un astringente, prodotti che rimuovono il grasso e il sapone residui, svolgendo un ruolo idratante.

  5. Come aiutare la pelle a mantenersi in salute ?

      Una buona cura della pelle comprende più del solo uso di adatti saponi e idratanti. Lo stile di vita gioca un ruolo importantissimo nella salute e nell’aspetto della pelle.

      Seguire alcuni pratici consigli può aiutare la pelle a mantenersi in salute:

    • Seguire un regime alimentare salutare. Il corpo ha bisogno di adeguate quantità di proteine, vitamine e minerali per mantenere la pelle in salute, quindi si consiglia di mangiare molta frutta, verdure e cereali integrali e bere molta acqua, per aiutare a mantenere la pelle idratata.

    • L’esercizio fisico migliora la circolazione del sangue, che può donare tonalità e colore alla pelle.

    • Se non si dorme abbastanza o male, il viso lo rispecchierà. Dormire poco, infatti, può rendere il colorito spento e gialliccio.

    • Fumare può causare un invecchiamento precoce della pelle, oltre a mettere a rischio di gravi problemi di salute.

    • La pelle scura può tollerare il sole meglio di quanto lo possa fare una pelle chiara, in quanto la prima assorbe meno raggi dannosi. Comunque, alcune carnagioni possono riempirsi di macchie, coriacee e rugose, a causa di una continua esposizione al sole ed essere più esposte a un più alto rischio di cancro della pelle. Quindi è consigliabile usare abbondantemente le protezioni solari (da applicare sempre 15-30 minuti prima di esporsi al sole!) e non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata.

  6. Come viene effettuata una pulizia del viso ?
    • Detersione accurata della pelle utilizzando un detergente adatto alla tipologia cutanea.

    • Tonificazione utilizzando una lozione tonica analcolica adatta alla tipologia cutanea.

    • Applicazione di un peeling (contenente enzimi, AHA o BHA, ecc...) o di un gommage per favorire il distacco delle lamelle cornee superficiali che mescolandosi al sebo e alle impurità formano un tappo che blocca l'ostio follicolare causando la formazione del comedone.

    • Applicazione del vapore caldo ozonizzato per ottimizzare la preparazione della pelle e facilitare l'estrazione manuale delle impurità e dei comedoni.

    • Eliminazione manuale accurata e delicata dei comedoni.

    • Applicazione di un siero concentrato adatto al tipo di pelle ad effetto: calmante/disarrossante, sebo-equilibrante, idratante/nutriente, tonificante/restitutivo.

    • Applicazione di una dose di crema adatta al tipo di pelle per eseguire un accurato massaggio manuale, idratare, nutrire.

    • Applicazione della maschera personalizzata adatta al tipo di pelle (maschere di argille ad effetto calmante ed assorbente, maschere/gel arricchite con fitoestratti e complessi vegetali, maschere/crema con effetto idratante ed emolliente etc.).

    • Eliminazione dei residui di maschera e tonificazione.

    • Conclusione del trattamento con l'applicazione di un cosmetico idratante/protettivo secondo la tipologia cutanea.

  7. Ogni quanto tempo effettuare una pulizia profonda del viso ?

      Almeno 4 volte l’anno, ad ogni cambio di stagione.

  8. Cosa fare per aiutare a mantenere a lungo l'effetto dei trattamenti fatti in istituto ?

      Una corretta e quotidiana igiene cutanea è alla base della salute e della bellezza dell'epidermide.

    • Utilizzare due volte al giorno un detergente ed un tonico adatti al tipo di pelle per effettuare una accurata pulizia, eliminare i residui del maquillage e rimuovere le sostanze che si depositano sulla superficie cutanea (polvere - prodotti dell'ambiente - sebo, ecc.).

    • Utilizzare ogni giorno un prodotto idratante: qualsiasi tipo di pelle necessita di una corretta e costante idratazione.

    • Completare con l'applicazione di un prodotto specifico per il tipo di pelle, per esempio: sebo - normalizzante nel caso di pelle impura e seborroica, nutriente/emolliente nel caso di pelle particolarmente arida e povera dei lipidi naturali, un prodotto decongestionante - disarrossante, nel caso di pelle sensibile e con tendenza all'arrossamento e alla couperose.

    • Utilizzare ogni mattina (365 giorni l'anno) un prodotto contenente fattori di protezione UVA/UVB se si vive in ambienti soleggiati o se si svolgono attività all'aria aperta.

    • Utilizzare due volte alla settimana una maschera adatta al tipo di pelle.

Copyright © 2005-2008, Wellness Oasi - Tutti i diritti riservati