Wellness Oasi

Massaggi / Linfatico

Stampa

Il linfodrenaggio manuale, ideato da Vodder intorno agli anni 20, rappresenta una tecnica efficace ed ormai diffusa in tutto il mondo, che consiste nella stimolazione del circolo linfatico, costituito dalla linfa, dai linfonodi e dai vasi linfatici.

Il concetto di "drenaggio" si riferisce alla messa in moto del liquido incolore (linfa) contenente proteine, sali, grassi e linfociti che circola nei vasi e negli spazi interstiziali dei tessuti. Questo liquido viene trasportato attraverso una rete di canali tubolari formato dai vasi linfatici da una zona dove si Ŕ accumulato verso un punto di sbocco, mediante un appropriato sistema di manovre opportunamente studiate e codificate.

Le manipolazioni che si eseguono durante il linfodrenaggio sono delicate, lente e ripetitive ed esercitano un piacevole effetto antistress, perchÚ attivano il sistema nervoso vegetativo preposto al rilassamento (parasimpatico).

Il linfodrenaggio manuale agisce come drenante e disintossicante: accelera quindi l'eliminazione di liquidi trattenuti, di tossine, di scorie e come massaggio estetico previene ed attenua l'inestetico aspetto a "buccia d'arancia". Stimola la funzione sia dei vasi linfatici sia di quelli sanguigni: tutta la circolazione del sangue, in particolare quella periferica che nutre la pelle, ne trae perci˛ un immediato beneficio. Il linfodrenaggio manuale Ŕ cicatrizzante: ferite ed ulcere si rimarginano in tempi brevi, soprattutto in seguito a traumi o interventi chirurgici, elimina i gonfiori e accelera la ricostruzione dei tessuti. Regolarizza il sistema neurovegetativo migliorando perci˛ tutte le nostre funzioni non volontarie, inoltre attiva specifiche cellule del sistema nervoso che inibiscono o riducono il dolore, facilita il sonno ed Ŕ un efficace antistress. Inoltre alza il livello delle difese immunitarie: riduce il rischio di malattie, accelera la guarigione. Abitualmente, si suggerisce di sottoporsi ad un ciclo di sedute frequenti (2-3 la settimana) e ad una terapia di mantenimento (2-4 sedute mensili), a seconda dell'importanza del problema. Nel trattamento di patologie (edema post-chirurgico, esiti cicatriziali), la prescrizione medica deve essere specifica e personalizzata, sovente la frequenza viene prescritto ogni giorno.

Domande Frequenti Massaggio

Clicchi sulla domanda di suo interesse per visualizzare o nascondere la relativa risposta.

  1. Quando bisognerebbe fare un massaggio ?

      Capita facilmente che ci si avvicini al massaggio per curare piccoli dolori o per alleviare una sensazione generale di tensione. Sottoporsi a questa pratica per risolvere tali disturbi Ŕ un'ottima strada, ma ancora meglio sarebbe se il massaggio diventasse una buona abitudine, un appuntamento regolare con il proprio benessere, per rimanere sempre in contatto con l'energia interiore e mantenere il benessere conquistato. ScoprirÓ che il massaggio pu˛ risolvere non solo il mal di testa o il torcicollo, ma molti altri problemi.

    • Quando desidererÓ farsi fare un massaggio, scelga un momento tranquillo nella settimana, in cui prevede che non ci saranno emergenze da affrontare.

    • Non incastri la sua seduta di massaggio tra una riunione di lavoro e la recita dei bambini, altrimenti non riuscirÓ a rilassarsi. Quel momento deve essere tutto suo e non deve diventare un altro impegno da sbrigare in fretta.

    • Mentre si farÓ fare il massaggio, non pensi alla lista della spesa o a quella relazione che non ha ancora scritto, si presente con mente e corpo. Ricordi che il massaggio Ŕ innanzitutto un momento di comunicazione tra due persone, se lei con la testa Ŕ altrove, con chi comunicherÓ il suo massaggiatore?

    • Abbandoni la mente alle sensazioni che percepisce e si lasci trasportare da loro. ProverÓ un piacevole benessere, un abbandono delle sue forze ma allo stesso momento una energia interiore. Manifesti al suo massaggiatore ci˛ che risente, il momento o la zona che aumentano il suo benessere. Egli saprÓ intensificare la sua carica e donarle quella sensazione detensione e rinnovo interiore che dureranno per molti giorni.

  2. Quali sono le controindicazioni per il massaggio ?

      Solitamente il massaggio non presenta particolari controindicazioni, tuttavia Ŕ opportuno considerare che in alcune situazioni, come in caso di lesioni aperte e di patologie come stati febbrili, infiammazioni acute o malattie infettive, sia opportuno evitarlo.

      In caso di un qualsiasi problema di salute acuto Ŕ sicuramente meglio sentire prima il parere del suo medico curante.

      ╚ comunque controindicato un trattamento di massaggio nei casi di febbre, tumore, tubercolosi, malattie infettive e trombosi.

Copyright © 2005-2008, Wellness Oasi - Tutti i diritti riservati